fightcamp.png

 La prima regola del Fight Camp è:
lotta e sorridi.

Torna anche nel 2019 l’esperienza di successo del nostro Camp di riabilitazione intensiva attraverso lo sport,  dedicato a bambini con impaccio motorio: la prima edizione del 2018 ha visto partecipare 16 bambini da più regioni d’Italia e degli Stati Uniti, coinvolgendo oltre 100 professionisti nel loro ruolo di tutors, supervisori, trainers, ricercatori, accademici, innovatori e genitori. Qui un racconto del progetto Mirrorable Camp 2018 https://en.fightthestroke.org/mirrorable-camp che ha offerto una dimostrazione quantitativa e non solo qualitativa della modificazione della performance motoria quale beneficio del training intensivo: è da queste premesse che sono poi nate le raccomandazioni ad inserire attività come la danza, il golf o i vari sport bimanuali adattati, nei comuni programmi di riabilitazione di bambini con diagnosi di Paralisi Cerebrale Infantile unilaterale.

L’edizione di quest’anno, il Fight Camp 2019, sarà invece all’insegna del nostro motto ‘Lotta e sorridi’: vogliamo infatti continuare ad allenare le abilità motorie dei bambini con disabilità, ma con una visione più olistica rispetto ai tradizionali programmi di riabilitazione intensiva che si focalizzano sui singoli distretti corporei; tutti i bambini seguiranno un programma di allenamento sportivo ‘full body’ e saranno seguiti in un percorso individualizzato da tutor e supervisori esperti in fisioterapia, terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, terapia occupazionale, scienze motorie adattate.

Un’occasione unica anche per vivere una socialità ricreativa da cui vengono normalmente esclusi i bambini con diverse abilità, soprattutto nel periodo estivo: durante il Camp i giovani #fighters avranno modo di sperimentare momenti di vita comunitaria, allenare la capacità di adattamento ai cambiamenti veloci e altre ‘changemaking skills’, come empatia, lavoro di gruppo, leadership condivisa, risoluzione dei problemi, pensiero sistemico, creatività e curiosità.

Grazie ai premi e alle donazioni ricevute da Fightthestroke nel corso del 2019, potremo accogliere gratuitamente al Camp fino a 20 bambini, che dovranno rispondere a criteri di omogeneità del gruppo, per età, sesso, abilità motorie, cognitive e comportamentali. Questi i criteri di inclusione:

·      Età: 5-13 anni

·      Diagnosi di Paralisi Cerebrale Infantile con particolare riferimento a bambini con emiplegia e diplegia

·      Capacità attentive e sociali adeguate

·      Epilessia controllata da farmaci

Il programma è intensivo, per cui è importante che i bambini siano collaboranti, in buona forma fisica e in grado di garantire la partecipazione per tutta la settimana. Tutti i bambini verranno ripresi via foto/video per monitorarne i progressi, sia ai fini della ricerca scientifica che di comunicazione.

Un’altra novità di quest’anno, in risposta a quanto richiesto dai tutor volontari del 2018, saranno le sessioni di training dedicate ai giovani terapisti (16 e 17/8): per la prima volta in Italia, i tutor selezionati potranno partecipare a due giornate piene di formazione con il Prof. Eugene Rameckers, docente presso il Dipartimento di Riabilitazione CAPHRI dell’Università di Maastricht e del Master in terapia fisica adattata AVANS+ nei Paesi Bassi.

Per candidarsi come tutor volontari basterà inviare il proprio CV e la disponibilità a collaborare per l’intero periodo (dal 16/8/2019 al 25/8/2019) a: info@fightthestroke.org

Il Fight Camp si svolgerà in modalità semi-residenziale, dalle h9 alle h17, a partire da domenica 18 fino a domenica 25/8, a Milano, presso la struttura PlayMore di Via Moscova 26. Quest'anno le attività prevederanno potenziamento motorio/riabilitativo 'full body' e avviamento allo sport (con focus su calcio, pallamano, yoga, arti marziali), e ancora tante altre sorprese in settimana per bambini e genitori.

Vi aspettiamo, per lottare e sorridere insieme a noi :-)

Milano 21/6/2019