BOT-TOM, l’alleanza terapeutica migliora grazie all’Intelligenza Artificiale

In questa foto il gruppo di lavoro: Sara Ippolito, Elisabetta Olgiati, Alessia Belli, Francesca Fedeli, Sara Uccella, Manuel Serra, Franco Greco, Marta Bertamino

In questa foto il gruppo di lavoro: Sara Ippolito, Elisabetta Olgiati, Alessia Belli, Francesca Fedeli, Sara Uccella, Manuel Serra, Franco Greco, Marta Bertamino

BOT-TOM, ideato da FIGHTTHESTROKE, è il primo BOT (agente conversazionale) pensato per una comunicazione medico-paziente co-progettata e dinamica. Il progetto, realizzato in collaborazione con Mondora e l’Ospedale pediatrico G. Gaslini di Genova, prevede l’utilizzo di un sistema di intelligenza artificiale per rispondere alle esigenze di comunicazione e informazione delle famiglie coinvolte in una diagnosi di Paralisi Cerebrale Infantile, in maniera veloce, puntuale ed efficace.

In particolare, il progetto pilota ha l’obiettivo di rendere fluida la catena comunicativa tra la comunità di caregivers di #fightthestroke e il Centro Stroke del neonato e del bambino presso l’Ospedale G. Gaslini di Genova. 

Qui trovi la comunicazione sui media del progetto Bot-Tom: https://en.fightthestroke.org/mediakitita/tim-people-for-good-premiato-bot-tom-che-mette-lintelligenza-artificiale-al-servizio-dei-bambini-con-paralisi-cerebrale

Milano 2/10/2019

 

Un progetto in collaborazione con: